Decorazioni d’atmosfera per la casa d’autunno 

Finalmente e’ arrivato settembre e l’autunno bussa già alle porte: una stagione magica che personalmente adoro, con la sua abbondanza di colori caldi e rilassanti.img_1594

E anche per la casa e’ giunto il momento di rinnovarsi; le decorazioni cambiano, esaltando la bellezza di questo periodo dell’anno: bacche, foglie, zucche prendono il posto della lavanda, delle ortensie e delle piante aromatiche, regalandoci un’atmosfera da bosco incantato!

nurserygarden_2015-11-15_13-25-03

Pigne, corteccia e piccole fascine di legni  diventano infatti preziosi elementi decorativi, facilmente reperibili ed a basso costo che con un piccolo tocco di creatività possono diventare degli addobbi raffinati capaci di arricchire gli ambienti, rendendoli curati e accoglienti.

Provate a riempire una ciotola o un barattolo di vetro con fette d’arancia profumatebastoncini di cannella e di anice stellato; nell’ambiente si diffondera’ naturalmente un profumo intenso, capace di evocare l’atmosfera fresca e spontanea dell’autunno.

Sulla vostra tavola, non dimenticate di fare spazio ad una o piu’ ghirlande realizzate con materiali naturali……

nurserygarden_2015-11-10_19-52-05

 ed utilizzate delle piccole pigne per creare dei segnaposto da regalare ai vostri ospiti per ringraziarli della visita.img_1482

In balcone ed in giardino fate spazio a vasi colmi di ciclamini profumati e di coloratissima erica per caricare la casa di fascino e di energia positiva.img_1593

Gli ambienti spogli e privi di verde, appaiono così desolati e tristi paragonati ad una casa piena di verde, di colore e di vitalità.img_1578

Anche se si vive in città, basta infatti un piccolo tocco di colore per avere una stagione a pronto effetto anche nella propria abitazione.

 Con pochi e semplici gesti, potrete cosi’ circondarvi della magia della natura, dei suoi profumi e colori cangianti, rendendo anche la vostra casa più calda ed accogliente, pronta per ricevere familiari e amici per pranzi e cene autunnali d’atmosfera.

A presto!

Maria Grazia
Annunci

Come raccogliere e conservare la lavanda 

La lavanda, con il suo profumo meraviglioso e lo splendido colore, è tra le protagoniste indiscusse del giardino primaverile.

E se in questi giorni vi state chiedendo quando iniziare la sua raccolta, allora munitevi subito di cestino e falcetto perché è proprio questo il momento giusto!! quando il fiore è appena spuntato e la lavanda è più profumata e bella.

Se tagliata in primavera infatti, la pianta ha ancora il tempo di produrre altri fiori per un secondo raccolto.

Iniziate dunque con il tagliare gli steli mediante l’uso di un piccolo falcetto pochi centimetri sopra la struttura legnosa della pianta e raccogliete la lavanda in diversi mazzettini;per tenere fermi i gambi vi consiglio di usare del nastro di raso bianco o della corda.

Liberate la pianta da foglie e gambi che vi sembrano secchi, insieme a tutti i rami che pendono e che appaiono disordinati, in questo modo ne favorirete una crescita più armonica.

Una volta preparati i mazzetti, lasciateli essiccare capovolti in un luogo fresco e buio della casa in questo modo la lavanda conserverà più a lungo il suo meraviglioso colore e profumo.

Una volta pronta non vi resta che dare sfogo alla vostra creatività;usate la lavanda in cucina, per piccoli lavori di artigianato e per decorare la casa…..

Questo slideshow richiede JavaScript.

ad esempio vi suggerisco di scegliere dei sacchettini di tela o di cotone e di riempirli dei suoi fiori essiccati!

Sentirete che profumo meraviglioso!

I vostri sacchettini in stile “provenzale” saranno perfetti per profumare in modo naturale la biancheria di casa o qualunque suo ambiente.

A presto!

Maria Grazia

Piccoli fiori stellati

Con i suoi piccoli fiorellini bianchi a forma di stella, il suo profumo intenso ed inconfondibile ed il bel fogliame lucido, il gelsomino non puo’  mancare in terrazzo ed in giardino.

Si tratta di un arbusto sempreverde, rampicante o sarmentoso, caratterizzato da fiori profumatissimi che compaiono nel periodo estivo.

Tra le specie più diffuse c’è sicuramente il gelsomino bianco ma di grande bellezza è anche il j.nudiflorum o gelsomino d’inverno,  i cui fiori di colore giallo fanno la loro comparsa da novembre a marzo.

E’ una pianta molto resistente che necessita di poche cure, gradisce sia le posizioni al sole che quelle leggermente ombreggiate.
Se vivete in zone particolarmente fredde in inverno, vi consiglio di scegliere il Rincospermo detto anche falso gelsomino, una specie praticamente identica al gelsomino autentico ma più longeva e resistente, che fiorisce abbondantemente in aprile-maggio.

img_3265

Grazie alla sua naturale attitudine a crescere sviluppando la vegetazione in verticale, e ad arrampicarsi su ogni tipo di supporto (grigliato, muro, strutture in legno)  e’ una pianta perfetta per creare deliziosi angolini profumati e bellissime pareti in fiore con uno sforzo davvero minimo.

Nei mesi estivi, circondati dal gelsomino, sarà ancora più piacevole conversare, cenare e prendere il fresco, in un terrazzo che profuma intensamente.Basterà aggiungere un lume ed un grazioso tavolino per creare un atmosfera gradevole e vacanziera anche nella nostra casa.

A presto! Maria Grazia

Come essiccare mele ed arance

Anche le mele e le arance con un piccolo trucco, possono diventare decorazioni autunnali suggestive; particolari raffinati, capaci di regalare un tocco countrychic alla nostra casa.
img_5784
 Vediamo allora il procedimento per essiccarle in modo semplice e veloce.
 
Innanzitutto lavate accuratamente il frutto e tagliatelo a fette sottili e regolari, senza eliminare la buccia.
Ponete quindi le fette tra due fogli di carta assorbente per eliminare il succo in eccesso.

Per un essiccazione lenta e graduale, potete lasciarle asciugare per qualche giorno sopra il termosifone; per un iter più rapido, potete invece usare il forno, lasciando le fette ad essiccare ad una temperatura di 30-40 gradi per circa tre ore.
nurserygarden_2015-10-28_10-39-41

Una volta pronte, mele ed arance potranno essere utilizzate per realizzare svariate decorazioni; ad esempio per rallegrare la tavola autunnale, per comporre delle piccole ghirlande o ancora usate per decorare candele e piccoli vasi ornamentali.
nurserygarden_2015-11-22_14-22-32
Per diffondere i loro aromi intensi in casa, riempite una ciotola di arance e di mele, aggiungendo qualche goccia di olio essenziale alla fragranza di arancia o di cannella per esaltarne il profumo e deodorare in modo naturale e suggestivo gli ambienti domestici.
nurserygarden_2015-11-15_13-25-03
M.Grazia

 



 

Diy:Portacandele al profumo di cannella 

Fin dai primi giorni d’autunno, la casa si trasforma e si riempie di luce e di fascino; le decorazioni si arricchiscono di dettagli e si impreziosiscono di particolari.

E per creare l’atmosfera giusta a volte basta davvero poco; ad esempio realizzando con pochi semplici passaggi un portacandele al suggestivo profumo di cannella.

Vediamo l’occorrente:

– dei bastoncini di cannella

-un barattolino di vetro (ad esempio quelli della marmellata)

-una mini pistola per colla a caldo

-un nastrino di raso bianco ed una candela all’aroma di cannella.

Dopo aver pulito bene il vasetto di vetro con un panno, stendete verticalmente un velo di colla sulla sua superficie; a questo punto esercitando una leggera pressione con le dita, incollatevi sopra un bastoncino di cannella.

Ripetete il procedimento fino a quando non avete ricoperto tutto il barattolino.

Una volta asciugata la colla, avvolgete il portacandele con un nastrino di raso bianco e fate un bel fiocchetto.

Non vi resta dunque che accendere la candela

e godere dell’avvolgente profumazione e della calda atmosfera che solo la cannella, magica spezia, riesce a creare.


MEG