Come cambiare il colore delle ortensie

In questi giorni è iniziata la splendida fioritura delle ortensie: piante dalle meravigliose infiorescenze, che grazie alle loro sfumature di colore, sono ideali per realizzare delle affascinanti composizioni in stile countrychic.

Non tutti sanno però che, con un piccolo trucco, è possibile modificarne il colore e trasformare un’ortensia rosa in una blu o viola e viceversa.

Le ortensie infatti, sono piante acidofile ed è proprio giocando sull’acidità del terreno ove esse sono piantate, che diventa possibile cambiarne l’aspetto cromatico.

Per esempio, in un terreno con maggiore acidità, i fiori assumeranno un colore blu intenso, mentre in un terreno meno acido, l’ortensia manterrà un colore più chiaro.

Per rendere piu’ semplice questo procedimento, in commercio esistono dei prodotti specifici: gli azzurranti (dei preparati a base di ferro, alluminio e microelementi) e gli arrossanti (a base di azoto, fosforo e un basso contenuto di potassio) che miscelati all’acqua dell’irrigazione , regaleranno gradualmente nuove sfumature di colore al fiore dell’ortensia.

Se invece amate come la sottoscritta, le ortensie bianche ed il loro delicato colore, sappiate che è possibile renderle ancora più candide, utilizzando nel terreno fertilizzanti ad elevato contenuto di fosforo ed azoto.

Non vi resta dunque che scegliere il colore piu’ adatto alla vostra casa e provare!

A presto…Maria Grazia

 

 

Annunci

Un’estate in fiore

La bella stagione e’ ormai alle porte e finalmente trascorreremo gran parte del nostro tempo all’aperto; vale dunque la pena rendere i nostri spazi esterni belli ed eleganti per vivere questi preziosi mesi estivi circondati dal verde e soprattutto dai fiori.

Scopriamo dunque quali sono le piante che anche nella stagione piu’ calda ed arida,  riescono a regalarci appariscenti fioriture capaci di valorizzare il nostro prezioso spazio esterno……

Cominciamo con l’Ortensia…… (v.p.Ortensie…le vere regine dello stile countrychic)  ben adattabile sia in vaso che in aiuola, le sue corolle ricche di fiori colorati, la rendono una pianta perfetta per rendere l’ambiente elegante e romantico.

nurserygarden_2015-09-24_15-21-40

Ha il vantaggio di essere estremamente facile da curare, predilige le posizioni ombreggiate e necessita solo di annaffiature regolari, soprattutto nei periodi piu’ caldi. Cresce meravigliosamente nel terreno fresco e ricco di concime e la sua bellezza viene notevolmente esaltata se collocata contro muri, siepi o in vaso.

In particolare l’ortensia quercifolia ,  rispetto all’ortensia classica si adatta meglio ad esposizioni più soleggiate, tollerando bene le estati calde.

la Bougainvillea …..pianta simbolo del Mediterraneo, e’ ideale per portare in terrazzo o in giardino l’atmosfera del mare e delle vacanze.nurserygarden_2015-08-12_13-43-49

I suoi fiori sembrano di carta e i colori variano dal viola intenso fino ad arrivare al bianco candido.

 Ama l’esposizione in pieno sole e va annaffiata regolarmente, evitando i ristagni idrici.
La bougainvillea, essendo una rampicante vigorosa, se allevata all’aperto contro pareti o muri riesce a sviluppare una notevole chioma con un effetto decorativo ineguagliabile.

-L’oleandro con il suo profumo dolce ed intenso, è una pianta di facile coltivazione dalla ricca e continua fioritura, robusta e resistente al caldo, ben si adatta sia alla crescita in vaso (purche’ profondo almeno 40 cm) che a quella in giardino.

-la lavanda….. (v.p. Un tocco di Provenza nelle nostre case) portatrice di profumo e di bellezza che sboccia con i suoi meravigliosi fiorellini blu-violetti riuniti in piccole spighe, simili a quelle di grano.img_2477

E’ una pianta che ama l’esposizione in pieno sole e che si adatta ad ogni tipo di terreno (sassoso, sabbioso e calcareo), resiste all’aridità e non è soggetta a parassiti.….davvero perfetta dunque, anche per il giardiniere meno esperto!

Per la vostra estate in fiore ricordatevi infine di concimare il terreno con prodotti a lento rilascio e innaffiate preferibilmente la mattina presto piuttosto che la sera, perché la terra si è raffreddata nelle ore notturne ed assorbe l’acqua senza provocare shock alle radici; procuratevi infine dei sacchi di corteccia tritata da spargere ai piedi delle piante, questo vi aiuterà a mantenere umido il terriccio riducendo il fabbisogno idrico.

A presto!

Maria Grazia