Una Pasqua a tutto décor!

Da pochi giorni e’ arrivata la tanto sospirata primavera e con essa la voglia di trascorrere le giornate all’aria aperta, circondati dai colori e dai profumi delle splendide fioriture di questa stagione.

E anche se quest’anno ahimè, siamo costretti a rimanere a casa… non dobbiamo per forza rinunciare alla bellezza delle decorazioni pasquali e a dare un tocco festoso alla nostra casa.

Il tema della rinascita e del rinnovamento diventa percio’ ideale per salutare l’arrivo della Pasqua con decorazioni fresche e luminose capaci di creare un’atmosfera vitale anche negli ambienti di casa. Pulcini, coniglietti, uova e nastrini abbinati agli splendidi fiori che questa generosa stagione ci offre, diventano dettagli indispensabili per realizzare delle composizioni in tema.

img_3600

Quello che rende il decor cosi’ prezioso e’ proprio la sua capacità di riuscire a trasmettere l’amore per i piccoli particolari, per tutti quei dettagli che combinati con cura tra loro, trasformano qualunque ambiente domestico in un luogo magico e affascinante.

img_3737

E per dare un tocco countrychic alla vostra tavola di Pasqua pensate alla possibilità di usare delle piccole ghirlande come segnaposto: uno splendido simbolo beneaugurante.

Potete realizzarne una voi stessi, utilizzando dei rami intrecciati di ulivo raccolti in giardino o delle basi da ghirlanda gia’ pronte da decorare con fiori freschi di pesco e piccole ovette colorate o in alternativa con dei fiori artificiali, in modo da ottenere un effetto piu’ durevole nel tempo.

A presto e Buona Pasqua!! Maria Grazia

Come creare una ghirlanda di uova e piume!

In questi giorni, siamo ahimè costretti a trascorrere molto tempo in casa, e allora perché non approfittarne per preparare delle nuove decorazioni?! un’idea potrebbe essere quella di realizzare una ghirlanda di uova e piume per dare il benvenuto alla nuova stagione.

Per creare una ghirlanda rivestita di piccole uova dovete procurarvi una base in polistirolo o in rattan, delle uova di quaglia (le potete acquistare già svuotate presso i supermercati o anche on line). Le piccole piume invece, potete comprarle in bustine presso i negozi di hobbistica e decorazione.

Scegliete le uova più lucide e incollatele con la pistola a caldo, una accanto all’altra sulla base della ghirlanda, maneggiandole con cura affinché non si rompano. Per completare inserite le piume e qualche rametto di nebbiolina soprattutto negli spazi tra un uovo e l’altro in modo da ottenere un effetto finale più ricco ed armonico.

Con pochi semplici passaggi la vostra ghirlanda primaverile sarà pronta….a presto e non dimenticate: #andra’tuttobene!

Maria Grazia

Come conservare i bulbi da interno

In questo periodo molti di voi amici, anche via Ig, mi hanno chiesto come comportarsi con i bulbi di tulipani, narcisi giacinti e muscari, che in questi giorni stanno abbellendo e rallegrando le nostre caseuna volta terminata la loro fioritura infatti le “bulbose” vengono spesso erroneamente gettate via, rinunciando cosi’ alla possibilità di vederle nuovamente in fiore la primavera successiva.

Cerchiamo dunque di capire come trattarle e qual’è il procedimento piu’ corretto per conservarle.

Innanzitutto e’ importante aspettare che, dopo l’appassimento dei fiori, ingiallisca anche il fogliame fino a seccare completamente, permettendo così al bulbo di assorbire tutto il nutrimento necessario dalle foglie; solo in questo modo quest’ultimo avra’ le sostanze nutritive essenziali per crescere e fiorire anche l’anno successivo.img_7261

Una volta che le foglie saranno divenute completamente gialle potranno essere tagliate.

A questo punto i bulbi andranno estratti dal terreno, ripuliti dalle vecchie radici e conservati al buio in una scatola o in un sacchetto di carta in un luogo fresco e asciutto, per poi essere ripiantati in giardino o in vaso durante l’autunno.

In questo modo potremo vedere queste magiche “cipolline” rinascere e rifiorire in tutto il loro splendore (vedi anche il post È il momento dei bulbi!) la prossima primavera.

A presto! Maria Grazia

Come realizzare una corona dell’Avvento 🏡🎄

Tra le decorazioni più belle che non possono mancare in una casa che attende impaziente l’arrivo del Natale, vi è la corona dell’Avvento. Si tratta di una tradizione natalizia tipica soprattutto dei paesi di cultura anglosassone e germanica, ove le 4 candele della corona rappresentano le quattro domeniche dell’Avvento e devono essere accese una per settimana, mantenendo l’ordine ogni volta che vengono accese nell’arco delle quattro settimane. La forma della corona invece è circolare, senza inizio né fine, rivestita con foglie sempreverdi, perché rappresenta un simbolo di eternità.

Se ne siete ancora sprovvisti… perché non correte ai ripari realizzandone una con pochi semplici passi?

Vediamo l’occorrente necessario:

una base di ghirlanda in polistirolo

un vassoio in alluminio per alimenti

un po’ di muschio e qualche ramo di una pianta sempreverde (pino o cipresso)

un bulbo di giacinto del colore che preferite

bacche, pigne, fette di arancia essiccate e qualche bastoncino di cannella

una pistola di colla a caldo

Iniziate con il riempire il vassoio di rametti fissandoli sul fondo con un po’ di colla a caldo.

Una volta ricoperta tutta la superficie, adagiate la base di polistirolo al centro del vassoio d’alluminio.

A questo punto ricoprite la base di polistirolo di muschio, aiutandovi con la colla a caldo; adagiate infine il vostro bulbo di giacinto al centro della ghirlanda rivestendone le radici con un po’ di muschio e con qualche rametto di cipresso.

Inserite infine le quattro candele dell’avvento sulla base di polistirolo rivestita e aiutandovi con la colla a caldo, arricchite la vostra corona dell’Avvento con bacche, fette di arance essiccate, pigne e qualche bastoncino di cannella.

Una volta pronta, collocatela al centro del tavolo e aspettate che arrivi la prima domenica d’Avvento per accendere la prima candela 🕯!

A presto! Maria Grazia

Non c’è autunno senza zucche!

Quello che più amo del decor autunnale è la possibilità di creare composizioni in tema, usando materiali assolutamente naturali come pigne, bacche, foglie secche e ovviamente zucche!

“Mi piacciono le zucche per come si arrampicano sulle altre piante, si avventurano nell’orto per fiorire lontano dalla buca dove sono state piantate, lunghi draghi di foglie nell’erba. Mi piacciono le forme bizzarre, i colori dal giallo all’arancio al verde al caffelatte, la compattezza delle piccole zucche.(Pia Pera)”

Grazie alle loro svariate forme, le zucchette ornamentali sono elementi indispensabili per ricreare in casa ed in giardino la magia dei caldi colori autunnali!

Per esaltarne il fascino,provate ad aggiungerle ad un cestino, abbinandole a piante stagionali come ciclamini, eriche e calocephalus brownii…

Oppure utilizzate quelle artificiali per rinnovare delle vecchie ghirlande fuoriporta; sarà sufficiente un po’ di colla a caldo, qualche pigna e delle foglie secche, per realizzare con estrema facilità una decorazione calda e suggestiva per la vostra casa d’autunno!

A presto! Maria Grazia

P.s. anche voi amate decorare casa con le zucche? inviatemi le vostre foto tramite il mio profilo Instagram o la pagina Facebook…le creazioni più belle verranno pubblicate sui social!