Decorazioni per una Pasqua in stile countrychic! ūüĆł

Ormai manca davvero poco all’arrivo della Pasqua e allora perch√© non approfittarne, per regalare alla casa un tocco di freschezza e di colore?Se siete amanti dello stile countrychic, procuratevi tanti cestini in vimini e vasi dai colori pastello e riempiteli di fiori freschi; in questo periodo giacinti, narcisi, tulipani e viole, sono facilmente reperibili e riescono a regalare naturalmente eleganza e bellezza ad ogni ambiente della casa.

Utilizzate tanti piccoli nidi e delle uova, vero simbolo della Pasqua, per arricchire di preziosi dettagli le mensole, i vasi e le composizioni floreali della casa.Baster√† infine aggiungere qualche tenero coniglietto e una ghirlanda in tema, per rendere perfetta e festosa l’atmosfera in casa!

Buona Pasqua e buon decor!

A presto…Maria Grazia

Annunci

√ą gi√† tempo di decorare!

Per chi come me ama le decorazioni, questo periodo dell’anno √® davvero entusiasmante, ricco di spunti e di stimoli creativi.Ogni dettaglio, ogni particolare diventa indispensabile per trasformare la casa e per ricreare quell’atmosfera e quella magia speciale, che solo il Natale sa regalarci. E quest’anno, per preparare i cestini ed i centrotavola natalizi mi sono lasciata ispirare dai colori lucenti delle bacche rosse e dal profumo intenso delle conifere, per dare un tocco rustico ma elegante ad ambienti della casa come salotto e cucina.. E anche le ghirlande, protagoniste indiscusse del Natale, possono essere impreziosite di dettagli, aggiungendo ad esempio delle bacche di pungitopo o agrifoglio, pianta quest’ultima da sempre considerata simbolo di fortuna e allegria.Le ghirlande sono elementi decorativi estremamente versatili; possono essere infatti utilizzate sia come centrotavola che come splendidi fuoriporta…davvero irrinunciabili durante il periodo natalizio.

E voi? quale stile avete scelto per decorare il vostro Natale?

Un autunno a tutto decor!

Le vacanze ahim√® sono terminate ed un modo¬†per superare la tipica malinconia da rientro, √® sicuramente quello di concentrarsi su nuovi progetti e di pensare all’arrivo di una stagione ricca di stimoli e suggestioni come l’autunno!img_6519

sono proprio questi infatti, i giorni ideali per fare il punto su tutto ciò che ci occorre per creare la giusta atmosfera anche nella nostra casa. Piccole ghirlande, ciclamini colorati, eleganti eriche e pigne, sono solo alcuni degli elementi indispensabili per riempire  di colore e fascino ambienti come il salone e la cucina.img_6550

Sia i ciclamini che le eriche sono piante da esterno, ma per qualche settimana se annaffiate in modo adeguato ovvero evitando i ristagni idrici, riescono a conservare la loro bellezza anche in casa, dando vita a delle splendide composizioni.img_6718

L’aspetto piu’¬†interessante delle decorazioni autunnali e’ proprio quello di essere a basso costo, in quanto gran parte di questo prezioso materiale come ciclamini, pigne e rametti di pino, possono essere facilmente¬†trovati facendo una rilassante passeggiata nei boschi.img_6605

E se volete dare un immediato tocco autunnale alla vostra cucina, provate a riempire un cestino con delle mele abbinandovi qualche fiorellino di stagione come la thunbergia alata. img_6705

A presto! Maria Grazia

 

 

 

Decoriamo casa con la stella di Natale!

Con le sue foglie colorate, la cui forma particolare ricordano quella di una stella, l’euphorbia pulcherrima o stella di Natale √® una della piante protagoniste del periodo di Natale; la si pu√≤ trovare in vendita praticamente ovunque, partendo dai vivai fino ad arrivare ai supermercati, ma pochi conoscono le sue origini e le sue caratteristiche.Si tratta di una splendida pianta ornamentale originaria del Messico, la cui fioritura avviene proprio in pieno inverno.

Per mantenerla a lungo rigogliosa ed in fiore, occorre innanzitutto trovare il punto giusto dove collocarla come un davanzale soleggiato esposto a sud; ama i punti luminosi e ben arieggiati con temperature che oscillano tra i 14 ed i 22 gradi dato che i cambi repentini di temperatura ed il freddo possono danneggiare irreparabilmente le sue foglie.

Per il suo brillante colore è una pianta perfetta per realizzare le decorazioni Natalizie, è sufficiente infatti riporla in un cesto o in un bel vaso decorato per esaltarne la naturale bellezza.

La stella di Natale va annaffiate regolarmente ogni due, tre giorni ed il terriccio mantenuto uniformemente umido. Dopo l’irrigazione, che dovr√† avvenire dal sottovaso, ricordatevi di svuotare sempre i piattini per evitare dannosi ristagni d’acqua.

La durata della fioritura della pianta √® prolungata dall’umidit√† e per mantenere il colore del fogliame vivo e rigoglioso, alimentate la vostra stella di Natale mensilmente con un fertilizzante a basso contenuto di azoto ed alto contenuto di fosforo e potassio.

Spesso dopo il periodo Natalizio la pianta, una volta perse tutte le sue foglie, viene buttata; provate invece, una volta potata (tagliate gli steli a circa 10 cm dalla base) e rinvasata, ad innaffiarla e tenerla in un luogo fresco fino a metà primavera.

Successivamente nel periodo estivo, spostatela all’esterno, ricordandovi di annaffiarla e concimarla mensilmente; poi da met√† autunno, riportatela all’interno e questa riprender√† la sua splendida fioritura fino al prossimo Natale.

A presto!

Maria Grazia

√ą il momento dei bulbi!

Per gli amanti del giardinaggio l’autunno √® una stagione meravigliosa,¬†piena di stimoli e di preparativi;¬†tra questi vi √® ¬†sicuramente quella di piantare in vaso e in aiuole i bulbi dei nostri fiori preferiti: giacinti, narcisi, tulipani e anemoni!

Soltanto in questo modo potremo vederli fiorire in tutto il loro colore, profumo e bellezza la prossima primavera.


‚ÄčScegliete dunque¬†quali bulbose da fiore piantare e collocatele in un luogo dove avranno sole per tutta la durata dell’inverno.

‚ÄčPer facilitarvi il lavoro¬†utilizzate un attrezzo piantabulbi¬†in modo da riuscire a¬†fare fori della dimensione e della profondit√† giusta.

Ricordatevi di piantare i bulbi piu’ grossi con la punta all’insu’¬†in un terriccio universale ad una profondita’ pari al doppio dell’altezza del bulbo.

Se effettuate la loro coltivazione in vasi e ciotole, scegliete dei modelli abbastanza profondi¬†¬†e stendete sul fondo uno strato di palline d’argilla in modo da garantire un corretto drenaggio dell’acqua d’irrigazione.

In particolare gli splendidi giacinti, con un piccolo trucchetto chiamato “forzatura della fioritura “¬†possono addirittura sbocciare entro Natale!!!

occorrer√†¬†semplicemente mettere il bulbo in un vasetto con acqua o con un po’ di terriccio per circa 3-4 settimane, collocandolo inizialmente in un luogo buio e fresco e spostandolo successivamente alla luce e in un luogo pi√Ļ caldo,¬†appena si sar√† formato il germoglio!

A presto e buon lavoro!

Maria Grazia