Un autunno a tutto decor!

Le vacanze ahimè sono terminate ed un modo per superare la tipica malinconia da rientro, è sicuramente quello di concentrarsi su nuovi progetti e di pensare all’arrivo di una stagione ricca di stimoli e suggestioni come l’autunno!img_6519

sono proprio questi infatti, i giorni ideali per fare il punto su tutto ciò che ci occorre per creare la giusta atmosfera anche nella nostra casa. Piccole ghirlande, ciclamini colorati, eleganti eriche e pigne, sono solo alcuni degli elementi indispensabili per riempire  di colore e fascino ambienti come il salone e la cucina.img_6550

Sia i ciclamini che le eriche sono piante da esterno, ma per qualche settimana se annaffiate in modo adeguato ovvero evitando i ristagni idrici, riescono a conservare la loro bellezza anche in casa, dando vita a delle splendide composizioni.img_6718

L’aspetto piu’ interessante delle decorazioni autunnali e’ proprio quello di essere a basso costo, in quanto gran parte di questo prezioso materiale come ciclamini, pigne e rametti di pino, possono essere facilmente trovati facendo una rilassante passeggiata nei boschi.img_6605

E se volete dare un immediato tocco autunnale alla vostra cucina, provate a riempire un cestino con delle mele abbinandovi qualche fiorellino di stagione come la thunbergia alata. img_6705

A presto! Maria Grazia

 

 

 

Annunci

Decoriamo casa con la stella di Natale!

Con le sue foglie colorate, la cui forma particolare ricordano quella di una stella, l’euphorbia pulcherrima o stella di Natale è una della piante protagoniste del periodo di Natale; la si può trovare in vendita praticamente ovunque, partendo dai vivai fino ad arrivare ai supermercati, ma pochi conoscono le sue origini e le sue caratteristiche.Si tratta di una splendida pianta ornamentale originaria del Messico, la cui fioritura avviene proprio in pieno inverno.

Per mantenerla a lungo rigogliosa ed in fiore, occorre innanzitutto trovare il punto giusto dove collocarla come un davanzale soleggiato esposto a sud; ama i punti luminosi e ben arieggiati con temperature che oscillano tra i 14 ed i 22 gradi dato che i cambi repentini di temperatura ed il freddo possono danneggiare irreparabilmente le sue foglie.

Per il suo brillante colore è una pianta perfetta per realizzare le decorazioni Natalizie, è sufficiente infatti riporla in un cesto o in un bel vaso decorato per esaltarne la naturale bellezza.

La stella di Natale va annaffiate regolarmente ogni due, tre giorni ed il terriccio mantenuto uniformemente umido. Dopo l’irrigazione, che dovrà avvenire dal sottovaso, ricordatevi di svuotare sempre i piattini per evitare dannosi ristagni d’acqua.

La durata della fioritura della pianta è prolungata dall’umidità e per mantenere il colore del fogliame vivo e rigoglioso, alimentate la vostra stella di Natale mensilmente con un fertilizzante a basso contenuto di azoto ed alto contenuto di fosforo e potassio.

Spesso dopo il periodo Natalizio la pianta, una volta perse tutte le sue foglie, viene buttata; provate invece, una volta potata (tagliate gli steli a circa 10 cm dalla base) e rinvasata, ad innaffiarla e tenerla in un luogo fresco fino a metà primavera.

Successivamente nel periodo estivo, spostatela all’esterno, ricordandovi di annaffiarla e concimarla mensilmente; poi da metà autunno, riportatela all’interno e questa riprenderà la sua splendida fioritura fino al prossimo Natale.

A presto!

Maria Grazia

È il momento dei bulbi!

Per gli amanti del giardinaggio l’autunno è una stagione meravigliosa, piena di stimoli e di preparativi; tra questi vi è  sicuramente quella di piantare in vaso e in aiuole i bulbi dei nostri fiori preferiti: giacinti, narcisi, tulipani e anemoni!

Soltanto in questo modo potremo vederli fiorire in tutto il loro colore, profumo e bellezza la prossima primavera.


​Scegliete dunque quali bulbose da fiore piantare e collocatele in un luogo dove avranno sole per tutta la durata dell’inverno.

​Per facilitarvi il lavoro utilizzate un attrezzo piantabulbi in modo da riuscire a fare fori della dimensione e della profondità giusta.

Ricordatevi di piantare i bulbi piu’ grossi con la punta all’insu’ in un terriccio universale ad una profondita’ pari al doppio dell’altezza del bulbo.

Se effettuate la loro coltivazione in vasi e ciotole, scegliete dei modelli abbastanza profondi  e stendete sul fondo uno strato di palline d’argilla in modo da garantire un corretto drenaggio dell’acqua d’irrigazione.

In particolare gli splendidi giacinti, con un piccolo trucchetto chiamato “forzatura della fioritura “ possono addirittura sbocciare entro Natale!!!

occorrerà semplicemente mettere il bulbo in un vasetto con acqua o con un po’ di terriccio per circa 3-4 settimane, collocandolo inizialmente in un luogo buio e fresco e spostandolo successivamente alla luce e in un luogo più caldo, appena si sarà formato il germoglio!

A presto e buon lavoro!

Maria Grazia

 

Decorazioni floreali per la tavola d’estate

Incontrare la famiglia e gli amici in casa o all’aperto intorno ad una tavola ben allestita, e’ sicuramente uno dei grandi piaceri dell’estate.

Un’idea semplice per rendere l’atmosfera fresca e raffinata puo’ essere quella di affidarsi ad un bel tovagliato, a stoviglie pregiate e a calici di vino, senza dimenticare pero’ un tocco floreale….​

​Ortensie, rose, margherite…sono solo alcuni degli splendidi fiori che la stagione estiva ci regala, offrendoci spunti per creare decorazioni e allestimenti; per la mia tavola ho scelto di utilizzare dei vasetti in vetro e di riempirli con fiori di garofano indiano dalle tonalità arancio e di abbinarci qualche fiore di ortensia bianco per esaltarne il contrasto cromatico.


Aggiungete alla tavola qualche particolare decorativo personalizzato in modo da comunicare lo stile della vostra casa agli ospiti…..

utilizzando ad esempio un’alzatina in vetro o trasformando una brocca per bevande in un vaso per i fiori.

Non dimenticate infine le candele, la cui fiamma diventa una compagnia ideale per le sere d’estate creando un’atmosfera suggestiva e romantica.

A presto ! Maria Grazia

 

Tempo di gerani!

Trai i fiori protagonisti del periodo primaverile vi sono sicuramente i gerani adatti sia alla coltivazione in vaso che in giardino, fioriscono per diversi mesi senza avere bisogno di cure particolari.

Si tratta di un fiore che personalmente ho rivalutato solo negli ultimi tempi, forse perché in passato il suo uso e’ stato piuttosto inflazionato, danneggiandone un po’ l’immagine.

Tuttavia oggi sono disponibili delle varieta’ piu’ belle e robuste che si prestano meglio ad essere impiegate anche nelle decorazioni floreali.

Vediamo dunque quali sono i principali tipi esistenti in commercio: scegliete quello zonale (profumato con le foglie leggermente pelose) se avete un’esposizione di sole mezz’ombraoptate invece per quello parigino se l’esposizione è in pieno sole e desiderate ottenere un effetto più scenografico;il loro portamento ricadente…..li rende infatti particolarmente indicati per cassette e vasi appesi sui balconi creando un effetto romantico e suggestivo; i gerani a foglia profumata invece sono meno scenografici, ma hanno la particolarita’ di emanare deliziose fragranze che sanno di limone e di menta.

Per quanto riguarda la cura e la manutenzione, ricordatevi che il geranio necessita di annaffiature regolari e di essere concimato periodicamente (circa ogni 15 gg); rimuovendo le foglie ed i fiori secchi,  favorirete poi la formazione di nuovi fiori.

Per dare un tocco di eleganza e di fascino al balcone e al giardino utilizzando i gerani vi consiglio di procurarvi diversi esemplari dello stesso tipo in modo da ottenere un effetto complessivo ricco ed armonico e di scegliere varieta’ dai colori pastello come il viola, il bianco ed il fucsia.

A presto! Maria Grazia