Un’esplosione di bellezza: le ortensie Annabelle!

Chi mi segue da un po’ conosce la mia passione per le ortensie, le cui corolle piene di fiori arricchiscono di fascino ed eleganza qualunque ambiente….e oggi vorrei segnalarvi una varietà meravigliosa: l’ Hydrangea arborescens ‘Annabelle’, conosciuta anche come Ortensia Annabelle.Spettacolare per i suoi enormi fiori a forma di palla larghi 30/35 cm che sbocciano da giugno a settembre.Si tratta di un arbusto che non richiede cure particolari: ama l’esposizione in ombra o mezz’ombra e si adatta bene anche a terreni poveri.

Va annaffiata regolarmente e abbondantemente durante tutto il periodo di crescita.

Un unico accorgimento prima di scegliere questa splendida varietà per il vostro giardino: la pianta da adulta raggiunge l’altezza di 120-150 cm ed e perciò necessario fornirgli adeguati spazi, per consentirle di mostrarsi in tutto il suo splendore con le sue appariscenti infiorescenze.

La potatura va eseguita a fine inverno ricordando questa semplice regola: minore è la potatura, più piccoli saranno i fiori che la pianta produrrà la stagione successiva;in questo modo potrete decidere la dimensione del fiore più adatta al vostro giardino.

L’innata bellezza dell’infiorescenza dell’Ortensia Annabelle la rende perfetta anche per le composizioni floreali; i suoi piccoli petali e le sue sfumature di bianco che tendono al verde certosino, creano eleganti suggestioni, ideali per un arredo sia in stile shabbychic che countrychic.

Per esaltarne l’eleganza provate ad abbinarla ad un cestino bianco o ad un vaso di cristallo ed immaginate lo splendore di una tavola nunziale ricoperta dai suoi soffici petali.

Non vi deluderà!img_9633  A presto! Maria Grazia

 

 

Tempo di gerani!

Trai i fiori protagonisti del periodo primaverile vi sono sicuramente i gerani…adatti sia alla coltivazione in vaso che in giardino, fioriscono per diversi mesi senza avere bisogno di cure particolari.

Si tratta di un fiore che personalmente ho rivalutato solo negli ultimi tempi, forse perché in passato il suo uso e’ stato piuttosto inflazionato, danneggiandone un po’ l’immagine.

Tuttavia oggi sono disponibili delle varieta’ piu’ belle e robuste che si prestano meglio ad essere impiegate anche nelle decorazioni floreali.

Vediamo dunque quali sono i principali tipi esistenti in commercio: scegliete quello zonale (profumato con le foglie leggermente pelose) se avete un’esposizione di sole mezz’ombraoptate invece per quello parigino se l’esposizione è in pieno sole e desiderate ottenere un effetto più scenografico;il loro portamento ricadente…..li rende infatti particolarmente indicati per cassette e vasi appesi sui balconi creando un effetto romantico e suggestivo; i gerani a foglia profumata invece sono meno scenografici, ma hanno la particolarita’ di emanare deliziose fragranze che sanno di limone e di menta.

Per quanto riguarda la cura e la manutenzione, ricordatevi che il geranio necessita di annaffiature regolari e di essere concimato periodicamente (circa ogni 15 gg); rimuovendo le foglie ed i fiori secchi,  favorirete poi la formazione di nuovi fiori.

Per dare un tocco di eleganza e di fascino al balcone e al giardino utilizzando i gerani vi consiglio di procurarvi diversi esemplari dello stesso tipo in modo da ottenere un effetto complessivo ricco ed armonico e di scegliere varieta’ dai colori pastello come il viola, il bianco ed il fucsia.

A presto! Maria Grazia
 

 

Atmosfere da bosco incantato!

Fin dai primi giorni di Novembre, la casa si riempie di colore, luce e atmosfera e le decorazioni si impreziosiscono di particolari.

Natale non è poi così lontano e la casa già profuma di zenzero e cannella; pigne, bacche, rami e frutti invernali si trasformano in preziosi elementi decorativi, indispensabili per creare un’atmosfera da bosco incantato in casa e in giardino.



Personalmente come
tema decorativo per il prossimo Natale, ho scelto quello boschivo ed e’ già partita l’appassionante caccia tra negozi e mercatini, alle decorazioni che evocano la forestaimg_2138, capaci di regalare un’atmosfera fresca e spontanea agli ambienti domestici.
Tante suggestioni e piccoli acquisti dunque, senza tuttavia dimenticare, l’irresistibile fascino del fai da te e del poter realizzare con creatività e fantasia delle decorazioni assolutamente originali. 
Ad esempio con le pigne, siano esse di pino marittimo o di abete rosso, che possono essere utilizzate per realizzare innumerevoli addobbi, dalle ghirlande……………

ai centrotavola e fuoriporta (Diy:un fuoriporta fai da te ) in stile countrychic.

Mentre fette di mela e di arancia essiccate (vedi post Come essiccare mele ed arance), unite ai bastoncini di cannella e all’anice stellato, possono diventare i preziosi ingredienti per preparare un pot pourri invernale, composto da essenze odorose ed inebrianti che evocano il bosco e che con i loro aromi intensi profumereranno in modo naturale gli ambienti domestici.

A presto! Maria Grazia

Come realizzare una ghirlanda di lavanda

Per chi come me ama la lavanda, sa che il periodo ottimale per la sua raccolta è proprio nel periodo di luglio e agosto.

La lavanda una volta tagliata può essere utilizzata in tantissimi modi! Per profumare la biancheria in modo naturale ad esempio, preparando dei sacchettini con i suoi piccoli fiorellini o per decorare casa con tanti fasci colorati.

Oppure realizzando in modo semplice e veloce delle piccole ghirlande da poter appendere alle sedie, alle tende o ai muri di casa per dare un tocco provenzale all’ambiente.

Il procedimento da seguire è molto semplice: procuratevi un fascio di lavanda appena raccolta, una base per ghirlanda e della corda

dividete la lavanda in tanti mazzetti e iniziate a ricoprire la vostra base

Legate i mazzetti di lavanda alla base della ghirlanda usando la corda.

Una volta ricoperta la base della ghirlanda con la lavanda, sagomatela usando delle forbicine.

Con pochi semplici passaggi avrete realizzato una profumata decorazione in perfetto stile provenzale!

A presto! Maria Grazia

Una Pasqua a tutto décor!

Da pochi giorni e’ arrivata la tanto sospirata primavera e con essa la voglia di trascorrere le giornate all’aria aperta, circondati dai colori e dai profumi delle splendide fioriture di questa stagione.

E anche se quest’anno ahimè, siamo costretti a rimanere a casa… non dobbiamo per forza rinunciare alla bellezza delle decorazioni pasquali e a dare un tocco festoso alla nostra casa.

Il tema della rinascita e del rinnovamento diventa percio’ ideale per salutare l’arrivo della Pasqua con decorazioni fresche e luminose capaci di creare un’atmosfera vitale anche negli ambienti di casa. Pulcini, coniglietti, uova e nastrini abbinati agli splendidi fiori che questa generosa stagione ci offre, diventano dettagli indispensabili per realizzare delle composizioni in tema.

img_3600

Quello che rende il decor cosi’ prezioso e’ proprio la sua capacità di riuscire a trasmettere l’amore per i piccoli particolari, per tutti quei dettagli che combinati con cura tra loro, trasformano qualunque ambiente domestico in un luogo magico e affascinante.

img_3737

E per dare un tocco countrychic alla vostra tavola di Pasqua pensate alla possibilità di usare delle piccole ghirlande come segnaposto: uno splendido simbolo beneaugurante.

Potete realizzarne una voi stessi, utilizzando dei rami intrecciati di ulivo raccolti in giardino o delle basi da ghirlanda gia’ pronte da decorare con fiori freschi di pesco e piccole ovette colorate o in alternativa con dei fiori artificiali, in modo da ottenere un effetto piu’ durevole nel tempo.

A presto e Buona Pasqua!! Maria Grazia