Come decorare la casa dopo le feste 

Le tanto attese feste di Natale sono finite e se l’aver tolto gli addobbi e riposto il vostro albero nella scatola, vi ha lasciato un senso di vuoto e di spoglio in casa, allora e’ il momento giusto per pensare a come decorarla dopo le feste.Basta infatti un semplice mazzo di rose, di tulipani o di profumati giacinti per riempire di colore e freschezza l’ambiente che ci circonda, rinnovandolo.

I fiori sono carichi di significato positivo, perfetti strumenti per ritrovare energia anche durante il periodo invernale.
Scegliete dunque il tipo di fiore che preferite e create le composizioni decorative più adatte allo stile della vostra casa facendo particolare attenzione all’abbinamento dei colori. 

nurserygarden_2016-01-22_19-49-42

Per evitare un insieme confuso è meglio abbinarne pochi, giocando sui contrasti e sulle sfumature delle tonalità, in modo da trasmettere un immagine armonica nel suo insieme.Fate attenzione infine alla forma dei fiori! nell’accostarli, cercate di mantenere le giuste proporzioni tra gli stessi, altrimenti quelli grandi rischieranno di nascondere quelli molto piccoli.

Il risultato finale donerà un’atmosfera tonica e vitale capace di farvi ritrovare le giuste energie per affrontare con entusiasmo il nuovo anno. 

M.Grazia

Salva

Un dono profumato per Natale

Adoro il Natale e soprattutto i suoi preparativi…e in questo periodo dell’anno la mia casa ed il giardino, si trasformano in un vero e proprio laboratorio di idee e di ispirazioni.

Sono proprio i dettagli ed i particolari ad essere fondamentali, per ricreare quell’atmosfera magica e suggestiva che solo il Natale riesce a regalarci.

Alcuni bulbi di giacinto, grazie alla forzatura della fioritura, stanno già sbocciando in tutto il loro splendore , diffondendo nell’aria un’incantevole profumo.

E allora perché non approfittare della loro magia per preparare con le nostre mani un profumato dono per Natale?img_2276

Il procedimento da seguire è semplicissimo:

Procuratevi un cestino della forma e della dimensione che preferite, riempitelo di terra e mettete a dimora i bulbi di giacinto (almeno un paio se la dimensione del cesto è generosa).

Successivamente ricoprite il terreno con del muschio, lasciando scoperta solo la base dei bulbi.. img_7380

aggiungendo qualche bacca rossa (vera o artificiale) darete un tocco festivo alla composizione .

Per renderla un’elegante segnaposto o un raffinato regalo per i vostri amici e conoscenti, apponente infine un’etichetta ( di carta, di stoffa o di juta), avendo cura di legarla alla base del bulbo con della corda o con un nastrino di stoffa .


In questo modo al termine della visita, i vostri ospiti potranno portare via il cestino come raffinato e profumato omaggio.

A presto! Maria Grazia

 

 

Un autunno a tutto decor!

Le vacanze ahimè sono terminate ed un modo per superare la tipica malinconia da rientro, è sicuramente quello di concentrarsi su nuovi progetti e di pensare all’arrivo di una stagione ricca di stimoli e suggestioni come l’autunno!img_6519

sono proprio questi infatti, i giorni ideali per fare il punto su tutto ciò che ci occorre per creare la giusta atmosfera anche nella nostra casa.

Piccole ghirlande, ciclamini colorati, eleganti eriche e pigne, sono solo alcuni degli elementi indispensabili per riempire  di colore e fascino ambienti come il salone e la cucina.

Sia i ciclamini che le eriche sono piante da esterno, ma per qualche settimana se annaffiate in modo adeguato ovvero evitando i ristagni idrici, riescono a conservare la loro bellezza anche in casa, dando vita a delle splendide composizioni.img_6718

L’aspetto piu’ interessante delle decorazioni autunnali e’ proprio quello di essere a basso costo, in quanto gran parte di questo prezioso materiale come ciclamini, pigne e rametti di pino, possono essere facilmente trovati facendo una rilassante passeggiata nei boschi.img_6605

E se volete dare un immediato tocco autunnale alla vostra cucina, provate a riempire un cestino con delle mele abbinandovi qualche fiorellino di stagione come la thunbergia alata.

A presto! Maria Grazia

 

 

 

Un’esplosione di bellezza: le ortensie Annabelle!

Chi mi segue da un po’ conosce la mia passione per le ortensie, le cui corolle piene di fiori arricchiscono di fascino ed eleganza qualunque ambiente….e oggi vorrei segnalarvi una varietà meravigliosa: l’ Hydrangea arborescens ‘Annabelle’, conosciuta anche come Ortensia Annabelle.Spettacolare per i suoi enormi fiori a forma di palla larghi 30/35 cm che sbocciano da giugno a settembre.Si tratta di un arbusto che non richiede cure particolari: ama l’esposizione in ombra o mezz’ombra e si adatta bene anche a terreni poveri.

Va annaffiata regolarmente e abbondantemente durante tutto il periodo di crescita.

Un unico accorgimento prima di scegliere questa splendida varietà per il vostro giardino: la pianta da adulta raggiunge l’altezza di 120-150 cm ed e perciò necessario fornirgli adeguati spazi, per consentirle di mostrarsi in tutto il suo splendore con le sue appariscenti infiorescenze.

La potatura va eseguita a fine inverno ricordando questa semplice regola: minore è la potatura, più piccoli saranno i fiori che la pianta produrrà la stagione successiva;in questo modo potrete decidere la dimensione del fiore più adatta al vostro giardino.

L’innata bellezza dell’infiorescenza dell’Ortensia Annabelle la rende perfetta anche per le composizioni floreali; i suoi piccoli petali e le sue sfumature di bianco che tendono al verde certosino, creano eleganti suggestioni, ideali per un arredo sia in stile shabbychic che countrychic.

Per esaltarne l’eleganza provate ad abbinarla ad un cestino bianco o ad un vaso di cristallo ed immaginate lo splendore di una tavola nunziale ricoperta dai suoi soffici petali.

Non vi deluderà!img_9633  A presto! Maria Grazia

 

 

Tempo di gerani!

Trai i fiori protagonisti del periodo primaverile vi sono sicuramente i gerani…adatti sia alla coltivazione in vaso che in giardino, fioriscono per diversi mesi senza avere bisogno di cure particolari.

Si tratta di un fiore che personalmente ho rivalutato solo negli ultimi tempi, forse perché in passato il suo uso e’ stato piuttosto inflazionato, danneggiandone un po’ l’immagine.

Tuttavia oggi sono disponibili delle varieta’ piu’ belle e robuste che si prestano meglio ad essere impiegate anche nelle decorazioni floreali.

Vediamo dunque quali sono i principali tipi esistenti in commercio: scegliete quello zonale (profumato con le foglie leggermente pelose) se avete un’esposizione di sole mezz’ombraoptate invece per quello parigino se l’esposizione è in pieno sole e desiderate ottenere un effetto più scenografico;il loro portamento ricadente…..li rende infatti particolarmente indicati per cassette e vasi appesi sui balconi creando un effetto romantico e suggestivo; i gerani a foglia profumata invece sono meno scenografici, ma hanno la particolarita’ di emanare deliziose fragranze che sanno di limone e di menta.

Per quanto riguarda la cura e la manutenzione, ricordatevi che il geranio necessita di annaffiature regolari e di essere concimato periodicamente (circa ogni 15 gg); rimuovendo le foglie ed i fiori secchi,  favorirete poi la formazione di nuovi fiori.

Per dare un tocco di eleganza e di fascino al balcone e al giardino utilizzando i gerani vi consiglio di procurarvi diversi esemplari dello stesso tipo in modo da ottenere un effetto complessivo ricco ed armonico e di scegliere varieta’ dai colori pastello come il viola, il bianco ed il fucsia.

A presto! Maria Grazia