Non c’è autunno senza zucche!

Quello che più amo del decor autunnale è la possibilità di creare composizioni in tema, usando materiali assolutamente naturali come pigne, bacche, foglie secche e ovviamente zucche!

“Mi piacciono le zucche per come si arrampicano sulle altre piante, si avventurano nell’orto per fiorire lontano dalla buca dove sono state piantate, lunghi draghi di foglie nell’erba. Mi piacciono le forme bizzarre, i colori dal giallo all’arancio al verde al caffelatte, la compattezza delle piccole zucche.(Pia Pera)”

Grazie alle loro svariate forme, le zucchette ornamentali sono elementi indispensabili per ricreare in casa ed in giardino la magia dei caldi colori autunnali!

Per esaltarne il fascino,provate ad aggiungerle ad un cestino, abbinandole a piante stagionali come ciclamini, eriche e calocephalus brownii…

Oppure utilizzate quelle artificiali per rinnovare delle vecchie ghirlande fuoriporta; sarà sufficiente un po’ di colla a caldo, qualche pigna e delle foglie secche, per realizzare con estrema facilità una decorazione calda e suggestiva per la vostra casa d’autunno!

A presto! Maria Grazia

P.s. anche voi amate decorare casa con le zucche? inviatemi le vostre foto tramite il mio profilo Instagram o la pagina Facebook…le creazioni più belle verranno pubblicate sui social!

Peonie: una bellezza senza tempo!

Con la sua innata eleganza ed il suo profumo meraviglioso, la peonia è di sicuro la regina di tutti i fiori.Basta un solo sguardo alla sua generosa corolla e alle intense sfumature di colore dei suoi petali per restarne affascinati.Il genere peonia comprende diverse specie di piante erbacee perenni ma ne esistono anche di arbustive, come la peonia suffruticosa che possiede delle foglie grandi e fiori appariscenti.I fiori di queste piante sono variamente colorati con striature verso il centro,doppi da tre a cinque per stelo e profumati.

Le peonie sono piante che regalano grandi soddisfazioni pur richiedendo poche attenzioni; non necessitano di un terreno particolare ma soltanto di annaffiature regolari e di un’esposizione di mezz’ombra.La loro splendida fioritura, che in genere va dal mese di aprile a quello di giugno, non passa di certo inosservata. Le peonie sono infatti, piante molto decorative sia nella decorazione di giardini ed aiuole che nelle composizioni floreali.

Son i fiori ideali per dare un tocco di eleganza e di romanticismo alla casa;sia se collocate in vaso quanto in un cestino, riusciranno a regalare fascino e bellezza anche all’ambiente circostante.

Come decorare casa dopo le feste!

Le feste sono ahimè terminate, ed ognuno di noi in questi giorni sta salutando con un po’ di nostalgia gli addobbi ed i decori che hanno reso questo periodo pieno di calore ed atmosfera.

E se dopo aver messo via l’albero di Natale e le ghirlande, non volete vivere la classica sensazione di “casa svuotata”, provate allora a realizzare delle composizioni floreali piene di colore, capaci di portare una ventata di freschezza e di bellezza alla casa durante il periodo invernale.Utilizzando giacinti, muscari e narcisi pregermogliati, o piante piene di colore come le primule, sarà possibile allestire con estrema facilità, degli angoli graziosi e suggestivi.

Basterà infatti con un po’ di fantasia, abbinare questi splendidi fiori a vasi e cestini, per riempire senza troppi rimpianti tutti gli spazi rimasti vuoti dopo le feste di Natale.

A presto!

Maria Grazia

È già tempo di decorare!

Per chi come me ama le decorazioni, questo periodo dell’anno è davvero entusiasmante, ricco di spunti e di stimoli creativi.Ogni dettaglio, ogni particolare diventa indispensabile per trasformare la casa e per ricreare quell’atmosfera e quella magia speciale, che solo il Natale sa regalarci. E quest’anno, per preparare i cestini ed i centrotavola natalizi mi sono lasciata ispirare dai colori lucenti delle bacche rosse e dal profumo intenso delle conifere, per dare un tocco rustico ma elegante ad ambienti della casa come salotto e cucina.. E anche le ghirlande, protagoniste indiscusse del Natale, possono essere impreziosite di dettagli, aggiungendo ad esempio delle bacche di pungitopo o agrifoglio, pianta quest’ultima da sempre considerata simbolo di fortuna e allegria.Le ghirlande sono elementi decorativi estremamente versatili; possono essere infatti utilizzate sia come centrotavola che come splendidi fuoriporta…davvero irrinunciabili durante il periodo natalizio.

E voi? quale stile avete scelto per decorare il vostro Natale?

Piccoli fiori di carta

A volte, osservando le infiorescenze dello statice (cd.limonium sinuatum) si ha la sensazione di essere di fronte ad un romantico origami di carta dai colori pastello; ed infatti cio’ che caratterizza questa pianta, ancora così poco conosciuta, sono proprio i suoi graziosi fiori dall’aspetto quasi cartaceo e dal delicato profumo fruttato.img_5698

 

I fiori di statice vengono spesso utilizzati per realizzare delle splendide composizioni floreali proprio perché oltre alla valenza estetica, rappresentano “la bellezza eterna e  l’amore che dura nel tempo”.img_5700

Cerchiamo dunque di conoscere piu’ da vicino questa pianta dalle straordinarie caratteristiche: lo statice e’ una pianta annuale e perenne, di origine mediterranea che produce lunghi fusti rigidi che portano infiorescenze appiattite dalle delicate tonalità pastello; la palette di colori e’ davvero variegata, di colore rosa, purpureo o violetto, più raramente di bianco, giallo o azzurro.img_5701

Si tratta di una pianta che ama il sole e sopporta senza problemi la siccità, prediligendo i terreni asciutti e ben drenati. In alcune regioni d’Italia come la Sardegna puo’ capitare di imbattersi in odorosi cespugli di Limonium, proprio in prossimità della spiaggia.

Lo statice pur essendo una pianta a bassa manutenzione, teme i ristagni di acqua e se nei periodi di forte siccità, è consigliabile mantenere il terreno umido, in inverno viceversa non va mai annaffiata.

Se dunque quest’estate passeggiando in riva al mare, vi capiterà di imbattervi in questa splendida pianta, ricordate che i suoi fiori si prestano straordinariamente ad essere seccati e adoperati per realizzare delle composizioni durevoli, dato che si mantengono pressochè inalterati nel tempo.

Per essiccarli basterà osservare qualche piccolo accorgimento, ovvero quello di praticare un taglio alla base del fusto e di riporre i rametti a testa in giu’ in un ambiente caldo e buio; dopo qualche settimana sarà possibile utilizzarli per riempire vasi e cesti della casa o per comporre dei profumati bouquet.img_5699

A presto! Maria Grazia