Il giardino d’estate🌸

Ci siamo, ormai è arrivata la tanto sospirata estate! e mai come quest’anno, abbiamo tutti una grande voglia di vivere all’aperto, di goderci gli spazi esterni avvolti dalla bellezza che solo la natura riesce a regalarci.

Personalmente non riuscirei ad immaginare un’estate senza fiori rinunciando ai suoi contrasti di colore e alle splendide fioriture di questa stagione.

Esistono infatti, molteplici varietà di piante che riescono a resistere anche alle alte temperature estive rendendo magico il nostro angolo di verde!

Ad esempio piante come la buganvillea dalla splendida chioma colorata, simbolo del Mediterraneo, ideale per portare in terrazzo o in giardino l’atmosfera del mare e delle vacanze! oppure la Clematide: bella ed elegante, da far salire sui pilastri di una pergola;esistono varietà che fioriscono in primavera e altre che proseguono la fioritura fino a tarda estate.

Se invece amate colori rilassanti come il blu e l’azzurro potete scegliere il bellissimo Plumbago, fiore africano che non teme il caldo, cresce bene anche in vasi profondi e sboccia instancabile fino al mese di ottobre!

Per dare all’ambiente un tocco più tropicale scegliete i fiori di ibisco: grandi e coloratissimi.

L’ibisco richiede poche attenzioni e sta bene sotto una Pergola o un gazebo; si sviluppa rapidamente ed è adatto per essere coltivato sia in vaso sia in piena terra.

Ogni pianta che scegliamo riesce a comunicare all’esterno un po’ di noi , del nostro stile e della nostra personalità! ed è proprio questa particolarità che rende magico il giardinaggio…

Buona estate a tutti!

Maria Grazia 🌸

Come realizzare una corona dell’Avvento ðŸ¡ðŸŽ„

Tra le decorazioni più belle che non possono mancare in una casa che attende impaziente l’arrivo del Natale, vi è la corona dell’Avvento. Si tratta di una tradizione natalizia tipica soprattutto dei paesi di cultura anglosassone e germanica, ove le 4 candele della corona rappresentano le quattro domeniche dell’Avvento e devono essere accese una per settimana, mantenendo l’ordine ogni volta che vengono accese nell’arco delle quattro settimane. La forma della corona invece è circolare, senza inizio né fine, rivestita con foglie sempreverdi, perché rappresenta un simbolo di eternità.

Se ne siete ancora sprovvisti… perché non correte ai ripari realizzandone una con pochi semplici passi?

Vediamo l’occorrente necessario:

una base di ghirlanda in polistirolo

un vassoio in alluminio per alimenti

un po’ di muschio e qualche ramo di una pianta sempreverde (pino o cipresso)

un bulbo di giacinto del colore che preferite

bacche, pigne, fette di arancia essiccate e qualche bastoncino di cannella

una pistola di colla a caldo

Iniziate con il riempire il vassoio di rametti fissandoli sul fondo con un po’ di colla a caldo.

Una volta ricoperta tutta la superficie, adagiate la base di polistirolo al centro del vassoio d’alluminio.

A questo punto ricoprite la base di polistirolo di muschio, aiutandovi con la colla a caldo; adagiate infine il vostro bulbo di giacinto al centro della ghirlanda rivestendone le radici con un po’ di muschio e con qualche rametto di cipresso.

Inserite infine le quattro candele dell’avvento sulla base di polistirolo rivestita e aiutandovi con la colla a caldo, arricchite la vostra corona dell’Avvento con bacche, fette di arance essiccate, pigne e qualche bastoncino di cannella.

Una volta pronta, collocatela al centro del tavolo e aspettate che arrivi la prima domenica d’Avvento per accendere la prima candela 🕯!

A presto! Maria Grazia

Aspettando l’autunno!

Per alcuni è troppo presto, per altri invece è proprio questo il momento giusto per raccogliere le idee e decidere come decorare la casa d’autunno! Io appartengo sicuramente a quest’ultimi: un’amante della stagione autunnale, della sua luce romantica, della sua aria profumata e frizzante e dei suoi colori luminosi ed intensi.

Un poeta anni fa scrisse, che è proprio nel vento di agosto che si sente arrivare l’autunno ed in questi giorni è già possibile ritrovare lo splendore dei primi ciclamini, le sfumature intense delle eriche e le prime candide zucchette di stagione.

Personalmente ho iniziato a comporre i primi cesti per la casa, unendo queste ritrovate bellezze stagionali al fogliame grigio-argento del calocephalus brownii ,una pianta ornamentale che sa donare alla casa d’autunno un tocco di fascino ed eleganza!

  Circondandosi di tanta bellezza, sara’ sicuramente piu’ piacevole salutare la fine della stagione estiva e dare il benvenuto ad un periodo ricco di stimoli ed ispirazioni.

A presto! Maria Grazia  

Per ogni stile il giusto vaso!

Di vasi e coprivasi per piante e fiori in commercio, ne esistono molteplici, di qualsiasi materiale e forma capaci di soddisfare ogni stile d’arredo.La scelta del contenitore e del suo materiale è fondamentale per valorizzare sia la casa che per esaltare allo stesso tempo, la bellezza naturale di piante e fiori.Se ad esempio siete amanti come me dello stile countrychic, provate a riempire un cestino con qualche infiorescenza d’ortensia, il risultato finale valorizzerà un fiore dall’innata eleganza, regalando fascino e bellezza anche alla vostra casa.Se poi disponete di vasi vecchi, diversi tra loro per stile e dimensione, utilizzate dei coprivasi analoghi per il materiale e per il colore, otterrete così un risultato finale più piacevole ed omogeneo.Per quanto riguarda la dimensione del contenitore, ricordatevi di rapportarla sia al luogo ove intendete collocarlo sia al tipo di pianta da ospitare al suo interno; in questo modo potrete garantirle lo spazio e il nutrimento adeguato alla crescita. Le piante stagionali primaverili come le viole ad esempio, si prestano benissimo ad essere coltivate anche in vasi molto piccoli.Ed in giardino ed in terrazzo spazio a contenitori dalle dimensioni generose come anfore e grandi cesti ricchi di fiori e fogliame. A presto! Maria Grazia

Una bellezza tropicale per balcone e giardino ðŸŒº

Tra le fioriture più belle dell’estate c’è quella dell’Ibisco, pianta di origine tropicale che grazie ai suoi splendidi fiori colorati ed al suo fogliame verde e lucente, riesce a trasmettere fascino e bellezza a terrazzi e giardini.

In commercio ne esistono molteplici varietà anche se per le sue caratteristiche l’Hibiscus syriacus resta quello più coltivato.

Si tratta di una pianta che ama vivere all’aperto in zone ben soleggiate o tutt’al più in mezz’ombra.

L’ibisco predilige i climi miti e le estati lunghe e calde, anche se alcune specie come l’Hibiscus syriacus dimostrano una moderata resistenza al freddo, specie se la pianta viene messa a dimora accanto ad un muro che la ripara dal gelo.

L’Ibisco non necessita di un terreno particolare anche se quest’ultimo deve essere fertile e ben drenato; fate dunque attenzione ai ristagni idrici che possono causare fenomeni di asfissia e marciumi dell’apparato radicale.

Se scegliete di coltivare l’ibisco in vaso, ricordatevi di procurarvene uno abbastanza grande e profondo e garantitegli una concimazione ogni dieci giorni, in quanto la sua crescita è ideale quando il terreno è mediamente ricco di sostanza organica.

I fiori recisi di Ibisco hanno anche una preziosa valenza decorativa specie nella candida tonalità del bianco…sarà infatti sufficiente riporli in un vaso per dare un tocco di fascino countrychic alla nostra casa d’estate.

A presto! Maria Grazia