La dolce bellezza dell’exacum

Con i suoi piccoli fiori profumati l’exacum e’ una delle piante più belle e decorative che accompagnano la fine dell’estate.

Si tratta di una pianta perenne, originaria dell’isola di Socotra nell’oceano Indiano, caratterizzata da un decorativo cespuglio tondeggiante….ricco di piccoli fiorellini profumati dalle delicate tonalità di colore lilla o bianco e dal fogliame verde e lucido.
La cura e la manutenzione sono abbastanza semplici: va collocata preferibilmente in una zona molto luminosa ed areata ma lontana dal sole diretto. 

Necessita di un terreno abbastanza ricco che va mantenuto sempre umido, evitando però i ristagni d’acqua.

Un piccolo trucco per far durare più a lungo la sua adorabile fioritura, è quella di rimuovere i fiorellini man mano che sono sfioriti. img_1214-1

Le sue splendide caratteristiche cromatiche la rendono dunque ideale sia per decorare  la veranda o il giardino fino al prossimo autunno, sia per dare un delicato tocco floreale alla nostra casa.

A presto! Maria Grazia

Decorare casa con i fiori 

Con il loro profumo e gli splendidi colori, i fiori riescono ad abbellire e valorizzare qualunque ambiente rendendolo elegante e raffinato.

E in una casa amata e curata indipendentemente dalla tipologia di arredo e dai dettagli decorativi scelti, un tocco floreale e’ indispensabile per creare un’atmosfera romantica e accogliente.

Se siete amanti dello stile countrychic, l’importante è scegliere delle tonalità rasserenanti in armonia con l’ambiente circostante, in modo da consentire al fiore di integrarsi perfettamente con lo stile della casa finendo addirittura con il valorizzarlo.

Provate ad esempio ad abbinare dei boccioli di rosa a della lavanda appena raccolta

o delle ortensie essiccate a dei rametti di edera selvatica. 

Accostate pochi colori per volta, altrimenti il risultato finale della composizione potrebbe risultare eccessivo e creare un senso di confusione.

Valorizzate infine la bellezza naturale dei vostri fiori riponendoli in un contenitore dalla forma particolare: un barattolo di vetro, una scatola di latta, un porta candele o una tazza.

si tratta infatti di un dettaglio indispensabile per combinare forme e colori in base al vostro stile.

Per mantenere i gambi dei fiori ben dritti all’interno del vaso, vi consiglio di creare una griglia usando del semplice nastro adesivo.

Per realizzarla sara’ sufficiente applicare sul bordo qualche striscia di nastro prima in orizzontale e poi in verticale, lasciando qualche centimetro di distanza; successivamente posizionate i fiori, infilando uno stelo in ogni foro creato dalla griglia di nastro adesivo.

Buona decorazione e a presto!

Maria Grazia

come essiccare le ortensie

In questi caldi giorni estivi, le ortensie sono in piena fioritura mostrandosi in tutto il loro splendore.

E allora perche’ non conservare un po’ della loro bellezza per tutto l’anno?


Luglio e’ il mese ideale per procedere all’essiccazione dei fiori di ortensia.

Vediamo dunque qual’e’ il procedimento piu veloce e semplice da seguire per disidratare questi bellissimi fiori.

Innanzitutto scegliete delle ortensie ancora in piena fioritura, prediligendo i fiori dalla corolla abbondante e dai colori intensi… in questo modo le composizioni floreali  che andrete a realizzare avranno un maggiore effetto decorativo; eseguite quindi un taglio obliquo lasciando lo stelo di una lunghezza di circa trenta cm.


A questo punto, riponete i fiori di ortensia in un vaso alto e piuttosto capiente e adagiate gli steli in maniera tale che riescano a rimanere diritti nel vaso senza difficoltà.

nurserygarden_2015-07-20_10-18-57

Riempitelo con poca acqua e sistematelo in un luogo buio a temperatura ambiente, facendo attenzione a tenere i fiori ben distanziati tra di loro.

Aspettate dunque che l’acqua, evaporando, li secchi naturalmente (in genere il processo richiede fino a due settimane); in questo modo eviterete l’antiestetico accartocciamento delle foglie e lo sbiadimento dei colori.

Una volta che i fiori inizieranno ad essiccare, li dovrete appendere capovolti in un’ambiente buio e fresco.

Con un po’ di pazienza e nessuna spesa, avrete a disposizione del materiale prezioso per decorare con eleganza e fascino la vostra casa per tutto l’anno.
A presto! Maria Grazia

 

 

 

Diy: realizziamo insieme una ghirlanda estiva 

Gli amanti dello stile countrychic, sanno bene che ogni stagione dell’anno, ha la sua ghirlanda decorativa, da appendere alle pareti della casa, da usare come centrotavola o  fuoriporta.

In Svezia proprio in questi giorni si festeggia il Midsommar (solstizio d’estate); nella tradizione svedese fiori freschi e foglie intrecciate in ghirlande, ornano la festa dell’estate e tutti sono impegnati nella loro realizzazione.

Vediamo allora come prepararne una, con pochi semplici passaggi, utilizzando le splendide fioriture estive che ci circondano in questi giorni.

Occorrente:

Una base per ghirlanda

Fiori di ortensia (freschi, artificiali o essiccati)

Rametti di edera

Forbicine e un rotolo di corda

Disponete la base per ghirlanda su di una superficie piana e aiutandovi con uno stuzzicadenti, incastrate i gambi dei rametti di edera nelle sue fessure, fissandoli sul lato posteriore con un po’ di corda o di fil di ferro.

Seguite lo stesso procedimento per fissare sulla base, i fiori di ortensia.

Nella mia ghirlanda…che vedete fotografata nelle immagini, ho usato dei rametti di garofano indiano e di edera, uniti a tre fiori di ortensia freschi di colore bianco; a seconda dei fiori o del fogliame che userete, la ghirlanda durerà più o meno a lungo.Per ottenere un effetto piu’ durevole, vi consiglio di utilizzare dei fiori di ortensia precedentemente essiccati (vedi post come essiccare le ortensie ) o in alternativa delle ortensie artificiali purché siano poco artefatte.

Per appendere la ghirlanda, realizzate infine un piccolo nodo con la corda sulla sua parte superiore.

Una volta terminata la preparazione, avrete pronta una splendida decorazione per festeggiare il magico solstizio d’estate nella vostra casa.

A presto! Maria Grazia

Decorazioni floreali per la tavola d’estate

Incontrare la famiglia e gli amici in casa o all’aperto intorno ad una tavola ben allestita, e’ sicuramente uno dei grandi piaceri dell’estate.

Un’idea semplice per rendere l’atmosfera fresca e raffinata puo’ essere quella di affidarsi ad un bel tovagliato, a stoviglie pregiate e a calici di vino, senza dimenticare pero’ un tocco floreale….​

​Ortensie, rose, margherite…sono solo alcuni degli splendidi fiori che la stagione estiva ci regala, offrendoci spunti per creare decorazioni e allestimenti; per la mia tavola ho scelto di utilizzare dei vasetti in vetro e di riempirli con fiori di garofano indiano dalle tonalità arancio e di abbinarci qualche fiore di ortensia bianco per esaltarne il contrasto cromatico.


Aggiungete alla tavola qualche particolare decorativo personalizzato in modo da comunicare lo stile della vostra casa agli ospiti…..

utilizzando ad esempio un’alzatina in vetro o trasformando una brocca per bevande in un vaso per i fiori.

Non dimenticate infine le candele, la cui fiamma diventa una compagnia ideale per le sere d’estate creando un’atmosfera suggestiva e romantica.

A presto ! Maria Grazia

 

Un’estate in fiore

La bella stagione e’ ormai alle porte e finalmente trascorreremo gran parte del nostro tempo all’aperto; vale dunque la pena rendere i nostri spazi esterni belli ed eleganti per vivere questi preziosi mesi estivi circondati dal verde e soprattutto dai fiori.

Scopriamo dunque quali sono le piante che anche nella stagione piu’ calda ed arida,  riescono a regalarci appariscenti fioriture capaci di valorizzare il nostro prezioso spazio esterno……

Cominciamo con l’Ortensia…… (v.p.Ortensie…le vere regine dello stile countrychic)  ben adattabile sia in vaso che in aiuola, le sue corolle ricche di fiori colorati, la rendono una pianta perfetta per rendere l’ambiente elegante e romantico.

nurserygarden_2015-09-24_15-21-40

Ha il vantaggio di essere estremamente facile da curare, predilige le posizioni ombreggiate e necessita solo di annaffiature regolari, soprattutto nei periodi piu’ caldi. Cresce meravigliosamente nel terreno fresco e ricco di concime e la sua bellezza viene notevolmente esaltata se collocata contro muri, siepi o in vaso.

In particolare l’ortensia quercifolia ,  rispetto all’ortensia classica si adatta meglio ad esposizioni più soleggiate, tollerando bene le estati calde.

la Bougainvillea …..pianta simbolo del Mediterraneo, e’ ideale per portare in terrazzo o in giardino l’atmosfera del mare e delle vacanze.nurserygarden_2015-08-12_13-43-49

I suoi fiori sembrano di carta e i colori variano dal viola intenso fino ad arrivare al bianco candido.

 Ama l’esposizione in pieno sole e va annaffiata regolarmente, evitando i ristagni idrici.
La bougainvillea, essendo una rampicante vigorosa, se allevata all’aperto contro pareti o muri riesce a sviluppare una notevole chioma con un effetto decorativo ineguagliabile.

-L’oleandro con il suo profumo dolce ed intenso, è una pianta di facile coltivazione dalla ricca e continua fioritura, robusta e resistente al caldo, ben si adatta sia alla crescita in vaso (purche’ profondo almeno 40 cm) che a quella in giardino.

-la lavanda….. (v.p. Un tocco di Provenza nelle nostre case) portatrice di profumo e di bellezza che sboccia con i suoi meravigliosi fiorellini blu-violetti riuniti in piccole spighe, simili a quelle di grano.img_2477

E’ una pianta che ama l’esposizione in pieno sole e che si adatta ad ogni tipo di terreno (sassoso, sabbioso e calcareo), resiste all’aridità e non è soggetta a parassiti.….davvero perfetta dunque, anche per il giardiniere meno esperto!

Per la vostra estate in fiore ricordatevi infine di concimare il terreno con prodotti a lento rilascio e innaffiate preferibilmente la mattina presto piuttosto che la sera, perché la terra si è raffreddata nelle ore notturne ed assorbe l’acqua senza provocare shock alle radici; procuratevi infine dei sacchi di corteccia tritata da spargere ai piedi delle piante, questo vi aiuterà a mantenere umido il terriccio riducendo il fabbisogno idrico.

A presto!

Maria Grazia

 

Un’esplosione di bellezza: le ortensie Annabelle!

Chi mi segue da un po’ conosce la mia passione per le ortensie, le cui corolle piene di fiori arricchiscono di fascino ed eleganza qualunque ambiente….e oggi vorrei segnalarvi una varietà meravigliosa: l’ Hydrangea arborescens ‘Annabelle’, conosciuta anche come Ortensia Annabelle.Spettacolare per i suoi enormi fiori a forma di palla larghi 30/35 cm che sbocciano da giugno a settembre.Si tratta di un arbusto che non richiede cure particolari: ama l’esposizione in ombra o mezz’ombra e si adatta bene anche a terreni poveri.

Va annaffiata regolarmente e abbondantemente durante tutto il periodo di crescita.

Un unico accorgimento prima di scegliere questa splendida varietà per il vostro giardino: la pianta da adulta raggiunge l’altezza di 120-150 cm ed e perciò necessario fornirgli adeguati spazi, per consentirle di mostrarsi in tutto il suo splendore con le sue appariscenti infiorescenze.

La potatura va eseguita a fine inverno ricordando questa semplice regola: minore è la potatura, più piccoli saranno i fiori che la pianta produrrà la stagione successiva;in questo modo potrete decidere la dimensione del fiore più adatta al vostro giardino.

L’innata bellezza dell’infiorescenza dell’Ortensia Annabelle la rende perfetta anche per le composizioni floreali; i suoi piccoli petali e le sue sfumature di bianco che tendono al verde certosino, creano eleganti suggestioni, ideali per un arredo sia in stile shabbychic che countrychic.

Per esaltarne l’eleganza provate ad abbinarla ad un cestino bianco o ad un vaso di cristallo ed immaginate lo splendore di una tavola nunziale ricoperta dai suoi soffici petali.

Non vi deluderà!img_9633  A presto! Maria Grazia

 

 

Come raccogliere e conservare la lavanda 

La lavanda, con il suo profumo meraviglioso e lo splendido colore, è tra le protagoniste indiscusse del giardino primaverile.

E se in questi giorni vi state chiedendo quando iniziare la sua raccolta, allora munitevi subito di cestino e falcetto perché è proprio questo il momento giusto!! quando il fiore è appena spuntato e la lavanda è più profumata e bella.

Se tagliata in primavera infatti, la pianta ha ancora il tempo di produrre altri fiori per un secondo raccolto.

Iniziate dunque con il tagliare gli steli mediante l’uso di un piccolo falcetto pochi centimetri sopra la struttura legnosa della pianta e raccogliete la lavanda in diversi mazzettini;per tenere fermi i gambi vi consiglio di usare del nastro di raso bianco o della corda.

Liberate la pianta da foglie e gambi che vi sembrano secchi, insieme a tutti i rami che pendono e che appaiono disordinati, in questo modo ne favorirete una crescita più armonica.

Una volta preparati i mazzetti, lasciateli essiccare capovolti in un luogo fresco e buio della casa in questo modo la lavanda conserverà più a lungo il suo meraviglioso colore e profumo.

Una volta pronta non vi resta che dare sfogo alla vostra creatività;usate la lavanda in cucina, per piccoli lavori di artigianato e per decorare la casa…..

Questo slideshow richiede JavaScript.

ad esempio vi suggerisco di scegliere dei sacchettini di tela o di cotone e di riempirli dei suoi fiori essiccati!

Sentirete che profumo meraviglioso!

I vostri sacchettini in stile “provenzale” saranno perfetti per profumare in modo naturale la biancheria di casa o qualunque suo ambiente.

A presto!

Maria Grazia

Ad ogni fiore il giusto vaso

In plastica, terracotta, in legno o in vimini……

di vasi e coprivasi per piante e fiori, in commercio ne esistono molteplici; non resta quindi che fare spazio alla fantasia ed al proprio stile per far si che anche dei semplici “contenitori” si trasformino in un perfetto complemento di arredo.

La scelta di un vaso pregiato o dalla forma particolare e’ davvero importante al fine di dare carattere all’ambiente circostante e di esaltare la bellezza naturale di piante o fiori.
nurserygarden_2016-01-26_19-24-29
Ad esempio se siete amanti dello stile countrychic, procuratevi un cesto e riempitelo di fiori d’ortensia dai colori pastello, il risultato finale valorizzerà un fiore dall’ innata eleganza regalando fascino anche alla vostra casa.
Se poi avete vasi molto vecchi, diversi tra loro per stile e dimensione, provate ad utilizzare coprivasi analoghi per il materiale e per il colore, otterrete un risultato sicuramente più piacevole ed omogeneo.
Per quanto riguarda la dimensione del contenitore, ricordatevi di rapportarla sia al luogo ove intendete collocarlo sia al tipo di pianta ospitata al suo interno; in questo modo potrete garantirle lo spazio e il nutrimento adeguato alla crescita.
L’impiego di vasi di plastica e’ ad esempio consigliato per evitare la rapida disidratazione del terreno, mentre la terracotta viceversa e’ indicata per le piante che gradiscono un perfetto drenaggio.img_9198
Ed in giardino ed in terrazzo spazio a contenitori dalle dimensioni generose come anfore e grandi cesti ricchi di fiori e fogliame. img_2088
Ricordatevi infine di concimare regolarmente il terreno, poiché la terra del contenitore tende ad impoverirsi con maggiore rapidita’.
A presto! Maria Grazia

Piccoli fiori stellati

Con i suoi piccoli fiorellini bianchi a forma di stella, il suo profumo intenso ed inconfondibile ed il bel fogliame lucido, il gelsomino non puo’  mancare in terrazzo ed in giardino.

Si tratta di un arbusto sempreverde, rampicante o sarmentoso, caratterizzato da fiori profumatissimi che compaiono nel periodo estivo.

Tra le specie più diffuse c’è sicuramente il gelsomino bianco ma di grande bellezza è anche il j.nudiflorum o gelsomino d’inverno,  i cui fiori di colore giallo fanno la loro comparsa da novembre a marzo.

E’ una pianta molto resistente che necessita di poche cure, gradisce sia le posizioni al sole che quelle leggermente ombreggiate.
Se vivete in zone particolarmente fredde in inverno, vi consiglio di scegliere il Rincospermo detto anche falso gelsomino, una specie praticamente identica al gelsomino autentico ma più longeva e resistente, che fiorisce abbondantemente in aprile-maggio.

img_3265

Grazie alla sua naturale attitudine a crescere sviluppando la vegetazione in verticale, e ad arrampicarsi su ogni tipo di supporto (grigliato, muro, strutture in legno)  e’ una pianta perfetta per creare deliziosi angolini profumati e bellissime pareti in fiore con uno sforzo davvero minimo.

Nei mesi estivi, circondati dal gelsomino, sarà ancora più piacevole conversare, cenare e prendere il fresco, in un terrazzo che profuma intensamente.Basterà aggiungere un lume ed un grazioso tavolino per creare un atmosfera gradevole e vacanziera anche nella nostra casa.

A presto! Maria Grazia